La storia dell’Anteo

Il cinema di chi ama il cinema per chi ama il cinema

scroll
1979

Tre giovani ragazzi pervasi da una grande voglia di fare, di costruire e di rendersi autonomi e indipendenti rilevano una sala cinematografica da cinquecento posti in via Milazzo 9. La chiamano Anteo MusiCineTeatro proprio perché non è esclusivamente un cinema, ma uno spazio polivalente, comprensivo di palco e sala video. Fin da subito, Lionello Cerri, Maurizio Ballabio e Raimondo Paci intuiscono lo spirito culturale degli anni e precorrono i tempi.

1981

il periodo della svolta, dato dalla programmazione di film d’essai in prima visione in lingua originale e sottotitolati in italiano. Questo periodo epocale inizia con la proiezione di The Kids Are Alright, seguita da Radio On e Alice nelle città, per poi continuare con il nuovo cinema tedesco e e il cinema europeo. Anteo nasce da qui. Da questo embrione nasce ciò che Anteo è ancora oggi: un cinema con un’offerta di qualità, allora alternativa, quasi borderline.

Anteo non è mai rimasto uguale a se stesso, ma è cambiato con il suo tempo. Ha sempre creato una “situazione”: non bastava inseguire il sogno – e il mito – di fare cultura. Bisognava partire dal pubblico, dalla sua fidelizzazione. Fin dagli inizi Anteo crea una situazione di contatto, di rapporto diretto con gli spettatori.

L’offerta di Anteo, nel corso degli anni, muta come mutano i mezzi e i meccanismi propri di questo settore. Anteo parte dal pubblico per creare e arredare uno spazio culturale. Per andare alla ricerca di nuovo pubblico, è necessario essere contemporanei.

1997

Passaggio a tre schermi. Oltre alla varietà dell’offerta cinematografica, Anteo crea uno spazio polifunzionale, costruendo accanto alle sale il ristorante al posto del palcoscenico e la libreria al posto della sala video. Diventa uno spazio da vivere a 360 gradi e la proposta si affina.

2006

Aggiunta del quarto schermo. Nasce la Sala Cinquanta, oggi Sala De Amicis, la sua particolarità consiste nell’utilizzo di poltrone biposto e divanetti

2017

Nasce Anteo Palazzo del Cinema che vede il passaggio da 4 a 11 sale che si sviluppano su 4 piani per un totale di circa 5.500 metri quadrati. Anteo Palazzo del Cinema è in continua evoluzione, ma risponde a quel disegno nato nel maggio del 1979. Anteo Palazzo del Cinema è un luogo di incontro dal forte valore sociale aperto dalle 10 del mattino all’una di notte. È un luogo dove il pubblico può accedere indipendentemente dall’offerta cinematografica, per parlare di cinema e non solo, per leggere un libro o per mangiare, per vedere un film on-demand o per partecipare ad un corso sui mestieri del cinema.

Il cinema non produce arte, crea al massimo cultura.
[Mario Monicelli]

Rimani sempre aggiornato

Iscriviti per ricevere notizie su eventi manifestazioni e molto altro.

Acquista il tuo biglietto