#iorestoinSALA:
presentazione del film COLLECTIVE

Venerdì 19 febbraio, ore 20.30

sale virtuali #iorestoinSALA

Vincitore dello European Film Award 2020, candidato agli Independent Spirit Award, in corsa per la cinquina degli Academy Award 2021 sia come miglior documentario che come miglior film straniero, COLLECTIVE di Alexander Nanau arriva in anteprima assoluta su #iorestoinSALA!

Il film sarà disponibile in streaming dal 18 febbraio.

Venerdì 19 febbraio alle ore 20.30 il regista romeno Alexander Nanau sarà in diretta sui canali social delle sale aderenti a #iorestoinSALA per presentare il film al pubblico.

Un documentario imperdibile, considerato dal prestigioso quotidiano britannico The Times "il miglior film sul giornalismo dai tempi di Tutti gli uomini del Presidente!"
Il 30 ottobre del 2015, durante un concerto, l’esplosione di alcuni fuochi d’artificio trasformò la discoteca Colectiv di Bucarest in un inferno di fuoco. 64 persero la vita, 27 la sera stessa, gli altri nei quattro mesi successivi. Morti queste che insospettirono il giornalista Catalin Tolontan, in quanto la maggior parte avevano riportato ferite assolutamente curabili. Da qui nasce una delle inchieste di giornalismo investigativo più accurate e anche più agghiaccianti degli ultimi anni, una serie di articoli che fece crollare un governo.
Collective è un’opera cinematograficamente potentissima, indispensabile in un momento in cui le vite di tutti sono nelle mani di governi e grandi industrie. Catalin Tolontan e il suo team di giornalisti sono la dimostrazione e la conferma che la libertà d’inchiesta è un valore inestimabile per ogni stato che voglia definirsi democratico.
🔸 ore 20.30 presentazione in streaming sulla pagina facebook di spazioCinema
🔸 ore 21.00 programmazione in streaming del film 

Tensione superficiale di Giovanni Aloi

Michela (Cristiana Dell'Anna) è una ragazza-madre di trent'anni. Insoddisfatta del lavoro di receptionist in un hotel sul lago di Resia, estenuata dagli orari che le permettono di vedere solo di rado il figlio, decide di dare una svolta alla propria vita. Varca così il confine, per lavorare come prostituta nel week-end: in Austria, a pochi chilometri di distanza, le ragazze che vendono il proprio corpo sono tutelate dalla legge e ricevono lauti stipendi.

In programmazione su #iorestoinSALA da giovedì 18 febbraio.

SEGUICI ANCHE SU