PETER GREENAWAY SU #iorestoinSALA

Approdano sulla nostra sala virtuale due documentari legati alla figura del celebre artista gallese, Peter Greenaway.

Da un lato il documentario di Saskia Boddeke, L'alfabeto di Peter Greenaway, in cui l'artista multimediale nonché moglie del regista fa incursione nella mente del marito. La creatività di Greenaway è incorniciata in una conversazione con la figlia adolescente Pip, che in un dialogo ricco d’ironia mette in ordine alfabetico i punti salienti della vita del padre. “A come Amsterdam”, dice Mister Greenaway, ma anche “A come Autismo”, lo incalza Pip. Le domande della figlia lo colpiscono dritte al cuore, permettendo alla moglie di trarne un ritratto unico nel suo genere: quello di un visionario, sì, ma soprattutto di un uomo e della sua battaglia contro il tempo.

Dall'altro, uno degli ultimi documentari realizzati da Greenaway, Luther and His Legacy, in cui l'artista esplora approfonditamente la figura di Martin Lutero, il teologo che nel XVI secolo sconvolse la Chiesa con il suo pensiero rivoluzionario. Attraverso una straordinaria selezione di opere d’arte e immagini storiche, la voce di Greenaway indaga la vita di Lutero e le sue contraddizioni, fno all’affssione delle 95 Tesi, il successo delle sue teorie e le loro conseguenze. Con la sua celebre ironia, l’autore riflette più in generale sulla cultura dell’informazione e dell’immagine, suggerendo un curioso parallelismo fra l’invenzione della stampa (fondamentale alla diffusione del messaggio di Lutero) e la recente rivoluzione digitale. 

CLICCA QUI per acquistare i biglietti ai film. 

PETER GREENAWAY SU #iorestoinSALA

Rimani sempre aggiornato

Iscriviti per ricevere notizie su eventi manifestazioni e molto altro.

Consulta la programmazione e
acquista il tuo biglietto
Acquista il tuo biglietto Sala virtuale online Consulta la programmazione