NUOVO CINEMA IRANIANO

  • Scopri i titoli iraniani appena approdati su #iorestoinSALA.

Entrano nel catalogo di titoli #iorestoinSALA quattro interessantissimi titoli appartenenti al cosiddetto "Nuovo cinema iraniano", rappresentato da una nuova generazione di registi che opera oggi in Iran. Una generazione capace di restituire gli ultimi due decenni di Iran, con tutte le contraddizioni e i paradossi del suo sistema politico, sociale e religioso.

UN MERCOLEDì DI MAGGIO di Vahid Jalilvand (2016): Un annuncio pubblicitario particolarmente originale, pubblicato un mercoledì mattina su un quotidiano di Teheran, raccoglie una piccola folla di persone in una piazza. Tutti sperano che l’annuncio pubblicato possa essere la soluzione ai loro problemi. La polizia controlla la folla cercando di calmarla e di disperdere le persone. Nonostante le insistenze della polizia due donne non abbandonano la piazza...

NAHID di Ida Panahandeh (2016): Nahid, una giovane donna divorziata, vive sola con il figlio di 10 anni in una città sul Mar Caspio, nel Nord dell’Iran. Secondo le leggi iraniane, la custodia del figlio spetta al padre ma lui ha concesso la custodia alla moglie a patto che lei non si risposi. La relazione tra Nahid e un altro uomo, che la ama appassionatamente e che la vorrebbe sposare, complicherà la sua vita di donna e di madre.

A DRAGON ARRIVES! di Mani Haghighi (2016): Su una misteriosa isola, una Chevrolet Impala color arancia si dirige attraverso un antico cimitero verso una nave abbandonata in cui un prigioniero politico in esilio si è impiccato. Le pareti della nave sono ricoperte in maniera quasi raccapricciante dei suoi scritti criptici e di simboli enigmatici. Serviranno questi indizi ad aiutare il detective Hafizi a provare la leggenda dei terremoti che si verificano quando qualcuno viene sepolto nel cimitero e come essi interessino solo quella determinata zona? Hafizi è determinato a scoprire la verità sul fenomeno soprannaturale avvalendosi dell'aiuto del giovane geologo Behnam e dell'ingegnere del suono Keyvan. Le loro ricerche non autorizzate e scoperte li metteranno però in serio pericolo, portando alla luce una verità che rimarrà un mistero anche 50 anni dopo.

LA BICICLETTA VERDE di Haifaa Al-Mansour (2012): Ogni giorno Wadjda passa davanti a un negozio di giocattoli e si ferma a guardare la bella bicicletta verde in vetrina. Anche se alle ragazze islamiche è proibito andare in bicicletta, Wadjda sogna di comprarla e per raccogliere i soldi necessari escogita un piano, cominciando a vendere a scuola nastri musicali registrati e aiutando una ragazza più grande a incontrare un ragazzo. Il suo piano però non funziona e a lei non resta che cogliere al balzo una nuova occasione: partecipare a un concorso di lettura del Corano con in palio una cospicua somma di denaro. Con l'astuzia, cercherà un modo per sconfiggere i rivali e arrivare prima.

CLICCA QUI per acquistare i tuoi biglietti

 

NUOVO CINEMA IRANIANO

Rimani sempre aggiornato

Iscriviti per ricevere notizie su eventi manifestazioni e molto altro.

Consulta la programmazione e
acquista il tuo biglietto
Acquista il tuo biglietto Sala virtuale online Consulta la programmazione